30 set 2011

Postato da in Donne (stra)ordinarie, Libri | 2 Commenti

“La segretaria dello scrittore” di Elena Attala Perzzini

“La segretaria dello scrittore” di Elena Attala Perzzini

“…cosa ti piacerebbe fare?”
“Mi piace scrivere”
“E’ la peggior risposta che potessi dire… . Non si dice mi piacerebbe scrivere, è una cosa che non si dice. Si fa e basta. Oppure non si fa. E se non si fa, non si dice che ti piacerebbe farla”.
Con queste parole Oriana Fallaci ha offerto la prima grande lezione da scrittrice a Elena Attala Perazzini, sua assistente a New York, nonchè autrice del libro La segretaria dello scrittore.
Contrariamente a quanto mi accade di solito, sono arrivata a leggere questo libro dopo averne incrociato e conosciuto via web l’autrice, una donna straordinariamente interessante di cui fino ad un paio di mesi fa non conoscevo l’esistenza. Diciamo che è stato il destino a metterci sulla stessa strada. Entrambe abbiamo presentato il nostro ultimo libro a Riccione nello stesso giorno, in un pomeriggio della fine di luglio diviso tra sprazzi di pioggia e voglia di sole. Ad avvisarmi di questa coincidenza un’amica: ”Oggi c’è anche un’altra presentazione. E’ una ragazza di Riccione che da tanti anni vive a New York e scrive…proprio come te”. Detto fatto, ho digitato il suo nome su Facebook e ho trovato una storia straordinaria a premiare la mia curiosità.
Ci siamo scritte, scambiate saluti, racconti e complimenti, poi ho letto il suo libro e ci ho trovato tutto quello che a me piace trovare in un libro: la vita vera che pulsa in frasi costruite con l’attenzione di chi affida alle parole non solo il compito di raccontare, ma anche il desiderio di condividere e di emozionare.
La segretaria dello scrittore  è la storia di uno di quegli incontri che ti cambiano la vita: quello con la grande scrittrice Oriana Fallaci. Ma non è solo questo. Dal suo arrivo a New York, alla storia d’amore che lo accompagna, passando attraverso gli amici, i nemici e i lavori che si sono avvicendati nella vita di Elena, quello che mi è rimasto quando ho chiuso questo libro dopo aver letto l’ultima pagina, è il sapore forte e stimolante che hanno i racconti delle sfide vinte. Quelle che quando le leggi ti risvegliano i rimorsi per le occasioni perse e il desiderio di tirare dritto in direzione delle prossime.
Tutto questo fa di Elena e del suo libro una di quelle storie speciali che mi piace condividere con chi mi legge.

Elena Attala Perazzini è nata a Rimini in una data che le consente di troneggare tra le “forty” doc. Dal 1997 vive a Manhattan dove è stata per diverso tempo assistente della scrittrice Oriana Fallaci presso la Rizzoli. Laureata con una tesi in criminologia e cittadina del mondo, ha vissuto anche a Madrid e a Londra. Ma è New York ad aver fatto la differenza nella sua vita offrendole tante opportunità, tra cui quelle come free-lance producer per Rai International e public-relation officer di Raimbow Room. Eclettica e avida di nuove avventure, nel 2001 ha aperto un ristorante-spazio espositivo, che ha gestito fino al 2006. Da qui in avanti è stato il momento del suo appuntamento con la scrittura, quella che l’aveva vista esordire come giornalista per  cambiare strada ma poi ritrovarla. Nel 2009 ha scritto e pubblicato Tre stop a New York (Barbera Editore) con il quale ha vinto il Premio Internazionale Cartagine 2010 per la sezione Arte e Cultura. E oggi, l’avventura di questa donna bella da vedere e da conoscere, continua con La segretaria dello scrittore e..anche oltre!

  1. Grazie, grazie, grazie. Bello sapere che ci sono Persone di questo calibro che fanno girare energie “buone” nell’Universo!!!!!
    Lucia Perfetti

  2. Edy Pistoia scrive:

    Ho avuto il piacere di incontrarti..ho divorato il tuo ultimo libro e sei amica del mio gemello..
    Un raggio di autentica luce!!! Brava Elena..

Lascia un commento