29 ott 2014

Postato da in Family, Moda, Tendenze | 0 Commenti

Fabi: una storia di scarpe, di famiglia, di parole e di tutti i profumi della vita.

Fabi: una storia di scarpe, di famiglia, di parole e di tutti i profumi della vita.

Quando nei giorni scorsi ho ricevuto l’invito al press day organizzato da Fabi per la presentazione delle scarpe delle nuove collezioni Primavera -Estate  2015 e della neonata collazione di profumi artistici della nuova divisione Fabi Essenzeho avuto l’impressione di essere invitata ad una festa di famiglia.

La famiglia Fabi. Una di quelle famiglie marchigiane di cui, chi come me è nato e cresciuto in questa terra, non può non riconoscere l’impronta e sentirsi orgogliosa.
È quello che ho pensato quando qualche mese fa ho avuto modo di godere della loro ospitalità e di visitare una delle più grandi aziende di calzature italiane.
Ad accoglierci, in una saletta, una scritta in corsivo appesa al muro in cui la  Direzione dà il benvenuto a clienti e fornitori.
Poi, uno per uno, tutti i membri della famiglia Fabi, a cominciare dal più grande (e non solo anagraficamente): Elisio Fabi, il fondatore dell’azienda.
Ci riceve con un sorriso e un regalo, una copia del suo libro La storia della mia vita. Un libro che lui stesso ha scritto per raccontare la storia di questo gruppo ai suoi nipoti, perché sappiano da dove vengono e come ci sono arrivati.
Uno di quei libri che non ci vuole una laurea in economia per capire che contiene, pagina dopo pagina, il segreto di un grande successo imprenditoriale internazionale, fatto di fatica, umiltà, coraggio e tanta famiglia.
Uno di quei libri che ciascuno di noi dovrebbe far leggere ai propri figli e di cui proporrei l’adozione in Bocconi.
“Oggi che tutti sanno tutto, parlano le lingue e viaggiano con i soldi in tasca, ai giovani d’oggi mancano due ingredienti fondamentali: l’umiltà e la miseria. Gli ingredienti che ci hanno portato dove siamo oggi”.
Poche parole, semplici e sicure per sintetizzare il segreto del successo di un’azienda un cui semplicità e sicurezza sono anche le parole chiave del rapporto di Elisio Fabi con i suoi dipendenti, che conosce ad uno ad uno, a cui garantisce altissimi standard di benessere (ambienti climatizzati, esami clinici di routine, sedute da lavoro girevoli e imbottite…): ” I miei operai hanno tutto perché a noi negli anni ’60 ci trattavano come animali”.
Che considera la sua grande risorsa: “Le scarpe si fanno con le persone e non con la cassa integrazione”.
Ancora parole semplici, quasi difficili da coniugare con la grandezza e la complessità di quello che vedevo attorno a me: un’azienda grandissima, estremamente moderna e tecnologica, capace di esportare nei suoi numerosi negozi in tutto il mondo scarpe di grande qualità e bellezza.

Quelle scarpe, quella qualità e quella bellezza, insieme all’affabilità della famiglia Fabi, le ho ritrovate oggi nello show room milanese di Via Morimondo, insieme ad una sorpresa: una collezione di profumi artistici Fabi Essenze. Una serie di fragranze realizzate con cura artigianale  in occasione e in vista del cinquantesimo anniversario dell’azienda. Perché se nulla meglio di un profumo serve a risvegliare nella nostra memoria ricordi e suggestioni, niente meglio di una c

ollezione di profumi potrebbe salvare e conservare la memoria di questi cinquanta anni di lavoro, successi e passione.
Profumi che raccontano la storia di una famiglia, di un sogno coltivato con passione e impegno, di sentimenti profondi, speranze, aspirazioni, caparbietà e ricordi.
Profumi di vita: sei profumi per sei vite da raccontare, quelle dei due fondatori Enrico Elisio, e dei loro quattro figli Flaminio, Alessia, Emanuele Cinzia.
Profumi di terra umida e di legni che raccontano le radici nella propria famiglia e nella propria terra d’origine.
Profumi di casa… anche per me.

Fabi scarpe e prof

Lascia un commento